domenica, Luglio 21, 2024
Attualità

VIVA LA MAMMA!

La mamma, primo grande amore della vita di ognuno di noi, figura essenziale e di riferimento per grandi e piccini. La mamma, il nostro faro guida nel lungo e impervio navigare della vita.

Non importa quanto giovani o vecchi siamo, la mamma va sempre celebrata per dimostrarle il nostro affetto e la nostra gratitudine per l’amore costante che ci dona.

La festa della mamma affonda le sue radici in etá molto antiche, infatti già i greci usavano celebrare una festivitá dedicata alla Dea Rea madre di tutti gli Dei.

I romani erano soliti festeggiare la fertilitá e la maternitá con l’avvento del mese di maggio, dedicando all’ evento un’intera settimana di festeggiamenti.

Le origini della festa della mamma cosí come la conosciamo oggi vanno invece ricercate negli Stati Uniti e sono legate alla caparbietá e alla tenacia di due donne Ann e Anna Rewis Jarvis.

Durante la guerra civile Americana (1861- 1865) l’attivista Ann Rewis Jarvis, attenta ai bisogni delle donne, inizió ad organizzare dei club di solo donne che avevano come scopo quello di aiutare i bisognosi e diminuire la mortalitá infantile migliorando le condizioni igienico sanitarie delle famiglie. I club si preoccupavano anche della cura delle malattie più diffuse dell’epoca e dell’istruzione dei bambini.

Il lavoro di volontariato dei club organizzati da Ann Jarvis aveva ottenuto una discreta notorietá e alla fine della guerra civile, si iniziarono ad organizzare eventi pacifisti con lo scopo di riconciliare gli ex nemici. In particolare Ann Jarvis, con l’aiuto della figlia Anna, si impegnó nell’organizzazione del “Mother’s Friendship Day”, un evento sempre a favore dei reduci di guerra.

Alla morte della madre, Anna decise di convertire il “Mother’s Friendship Day” in un giorno di festa per celebrare e ricordare il grande lavoro della madre. Cosí il 10 Maggio 1908 in diverse cittá degli Stati Uniti fu celebrato il primo “Mother’s Day”. In poco tempo l’evento riscosse molto successo e nel 1914 il presidente Wilson stabilí che ogni seconda domenica di maggio si sarebbe celebrato il “Mother’s Day”.

La ricorrenza cominciò diffondersi in diversi paesi del mondo, approdando in Italia solo nel 1956 grazie all’iniziativa del sindaco di Bordighera; l’anno succesivo anche la cittá di Torino si uní ai festeggiamenti e, a macchia d’olio, le celebrazioni iniziarono ad interssare diverse cittá Italiane fino ad arrivare al 1958 quando fu presentato un disegno di legge per fare istituire anche in Italia la Festa della Mamma. Dal 1959 ogni seconda domenica di maggio, anche nel nostro paese viene celebrata la mamma.

Quest’anno, come nel lontano 1908, la festa ricade proprio il 10 maggio.

Che abbiate la possibilità o meno di farle visita di persona, ricordate che la cosa che più desidera ogni madre è quello di trascorrere dei momenti sereni con i propri figli e sentirsi circondata di affetto, quindi portatele un sorriso o dedicatele una lunga e dolce telefonata.

Viva la mamma, come intonava Edoardo Bennato, indaffarata sempre e sempre convinta… Viva la mamma perché…Scegliete voi il vostro perché!!!

Auguri a tutte le mamme!

Valentina C.

@riproduzione riservata

Potrebbe anche interessarti il nostro articolo “Suffragette, le donne per le donne