domenica, Maggio 19, 2024
CittàFEATURED

La città di Lussemburgo

La città di Lussemburgo ha origini da un castello fortificato, costruito nel 10° secolo sulla cima del promontorio Bock. Per le alte mure e la possente fortificazione, Lussemburgo era conosciuta come la “Gibilterra del del Nord”. Le mura, e il castello sono presenti ancora oggi, ed insieme alla città vecchia sono stati inseriti nella lista dei siti patrimonio dell’umanità dell’Unesco, fin dal 1994.

Passeggiando per le vie della città, ci si rende conto di non essere in una grande metropoli tentacolare, malgrado questo Lussemburgo è una città estremamente dinamica e multiculturale. Con i suoi 119 mila abitanti , censiti a dicembre 2018, la città raccoglie 168 diverse nazionalità. Le lingue ufficiali sono tre: Lussemburghese, Tedesco, e Francese.

Questa particolare convivenza, rende Lussemburgo una capitale cosmopolita e dinamica. In città, tutto è vicino e facile da raggiungere, diversi palazzi governativi sono situati nel centro città; ed è molto facile poter incontra il Primo Ministro camminare nella città vecchia, magari con una confezione di pasticcini acquistati in una delle famose pasticcerie della città.

Questa è una città dove le persone si conoscono uno con l’altro, e sebbene la città ha una surperfice ristretta, ci sono molte cose da fare. I diversi musei, testimoniano il passato storico e artistico della città. I festival e gli eventi multiculturali, animano la capitale durate tutto l’arco dell’anno.

Grazie ad una ottima rete tranviaria, alla funicolare, e al fatto che i trasporti pubblici sono gratuiti, è possibile visitare tutta la città in maniera semplice e confortevole.

A poca distanza dal centro città si possono visitare i parchi e i giardini, che sono ai piedi della città vecchia. Una passeggiata molto suggestiva che parte dall’Abbazia di Neumünster e attraversa il “Ground”, un’area dove sono coltivati, in piccoli orti cittadini, frutta, verdure, e piccole vigne.

A sovrastare il Ground, le antiche fortificazioni, imponenti rocce, con un dedalo di gallerie e grotte, che prendono il nome di “Casamates”, anch’essi patrimonio Unesco.

Nella città alta, ci sono le vie dello shopping, con ristoranti e negozi che riflettono l’ambiente multiculturale e cosmopolita della città.

Lussemburgo è sempre stata il crocevia per gli scambi economici e culturali dell’attuale Europa. Robert Schuman, il padre dell’Europa, ebbe i suoi natali in Lussemburgo.

Per la sua posizione geografica centrale, Lussemburgo è sede di diverse istituzioni europee, che si trovano nel quartiere di Kirchberg, a Nord- Est del centro città.

Kirchberg è il quartiere moderno e contemporaneo, una parte del quartierei è denominato “distretto europeo”, proprio per la presenza delle istituzioni europee (Parlamento, Corte dei Conti, EuroStat). Kirchberg offre molti esempi di architettura contemporanea, da scoprire ed ammirare. Ad esempio la grazie delle bianche colonne dell’auditorium della filarmonica, la piramide di vetro del Mudam (Museo Arte Moderna), la struttura a conchicchiglia del centro sportivo Coque.

La città di Lussemburgo è compatta d piena di eccitanti attrazioni, ed è per questo che risulta entusiasmante.

Vito G.
@riproduzione riservata